Perché un pre-acceleratore startup?

Aggiornato il: 19 giu 2019



Il mondo delle startup sta cambiando.


Oggi tutti provano a lanciare la propria impresa e per questo il livello di concorrenza per ottenere finanziamenti è diventato altissimo.


Giusto di recente ho provato a mettere in contatto una startup che ha fatturato 45k nel 2018 e lo stesso ammontare nell'anno corrente (quindi con un prospetto di chiudere ad un 90k, alias un 100% crescita annua) con un fondo di seed investment. "Potreste essere interessati ad investire?" - ho chiesto ad uno dei manager del fondo. La risposta è stata che 45k per un marketplace (è questo il settore della startup) non è niente, e che il massimo che gli si può offrire è un percorso di accelerazione.


Se fino a qualche anno fa per entrare in un acceleratore bastava avere un MVP sgangherato, oggi l'asticella si è alzata notevolmente. Basti pensare che, secondo un recente articolo di Forbes, l'acceptance rate per entrare nell'acceleratore americano n°1 al mondo, Y Combinator, è dell'1,5% (7000 domande per 106 posti) contro il 5% per entrare a Standford! Quando si entra in un acceleratore si hanno a disposizione solo 3-4 mesi per far crescere in maniera esponenziale i propri numeri, spendendo un porzione sempre più grande di budget e portando il proprio team allo stress-point della propria produttività. Non ci si può permettere di rimanere fermi per continui bug tecnologici, non si può avere un team non ancora full-time sul progetto. Essere accelerati è un'occasione che va colta al massimo delle proprie potenzialità. Tanti team falliscono in questa fase, come evidente dall'alto tasso di startup che non raggiungono l'investor day nei tempi previsti del proprio batch, venendo rimandati al giro successivo...Ne ho visti altrettanti essere ammessi per un soffio, per poi non riuscire a raccogliere finanziamenti e finire in un limbo da cui uscire richiede forze disumane.

Un peccato per i loro sforzi, per le loro passioni.


Per questo continuo a pensare che ci sia bisogno di un pre-acceleratore come The Startup Training. Ogni anno il nostro obiettivo è aiutare proprio quelle startup con l'MVP sgangherato o che si sono lanciate da poco sul mercato a strutturare un modello di business sostenibile, profittevole, vendibile e a raccogliere le metriche necessarie per raccogliere un primo round di finanziamento o entrare in un acceleratore. In un pre-acceleratore inizia il percorso di crescita di una startup, si diventa più maturi consolidando il proprio sogno all'interno di un piano d'azione ben definito. Vedere oggi realtà come Mimoto, Comehome, Deesup, che crescono veloci mi rende fortemente orgoglioso. E pensare che quando sono entrate a The Startup Training nel 2017 erano ancora solo idee di business...


É quindi con estrema convinzione sull'aiuto che possiamo dare alle startup in questa fase cosi ancora precaria, che annuncio con orgoglio il lancio della 4° edizione di The Startup Training.


12 Sabati intensi, 4 milestone ambiziose (ottimizzazione del modello di business, problem-solution fit, traction raggiunta, investor readiness), tutto per arrivare pronti al fatidico Investor Day e raggiungere il primo vero traguardo di una startup (scopri di più sul corso qui). Quest'anno il programma di pre-accelerazione sarà online, così da intercettare talenti in tutt'Italia. Non importa tu dove sia, a Milano o in un piccolo borgo, noi saremo lì, insieme a te, pronti ad aiutarti a realizzare il tuo sogno. Abbia,o alzato il livello anche con i mentor, selezionando CEOs di startup di successo, come Alberto Baccari di Namu srl, Gianluca Maruzzella di Indigo AI, Eric Larsen di Inkdome, Davide Schiavetti Vacca di Exxtra, Oleksander Komarevich di Lventure, Enrico Colacillo di LoveMarketing e tanti altri che si aggiungeranno presto! Il cuore della nostra formazione rimane invece lo stesso: poca teoria e tanta pratica. Dopo il kick-off fisico a Milano, ogni lezione online sarà di 4h, avrà 30min di lezione e il resto sarà confronto tra mentor e startup, consigli pratici e compiti a casa. Ogni settimana, bisognerà condividere i propri risultati e raggiungere le milestone predefinite, per arrivare in fondo al percorso con una startup solida e pronta per l'investimento! Le classi saranno create ad-hoc, con team omogenei per stadio di sviluppo e settore d'interesse. Così, come per ogni anno passato, nasceranno continui scambi costruttivi e collaborazioni strutturate tra le startup. Aiutarsi a vicenda rimane infatti uno dei maggiori fattori di successo del nostro programma.


Se sei una startup ambiziosa che vuole arrivare il più velocemente e forte possibile ad incontrare gli investitori, dai un occhio al nostro programma su www.thestartuptraining.com e fai domanda quanto prima per il nostro prossimo batch (22 Novembre 2019)!


Alessandro Cordova

Founder di The Startup Training

132 visualizzazioni

The Startup Training s.r.l.

P.iva 11058170967

Via Bianca di Savoia 4, 20122 Milano

info@thestartuptraining.com